Biografia

Germano Serafini nasce a Roma nel 1975, città in cui vive e lavora. Germano Serafini Biografia Arti Visive
Il suo principale mezzo espressivo è la fotografia con cui le ricerche si spingono oltre la funzione rappresentativa dello strumento stesso, generando un linguaggio estetico-formale portatore di concetti, idee e visioni.

La natura nella sua totalità è la principale protagonista dei suoi scatti, ispiratrice ed esempio da seguire.
Le sue ricerche si addentrano nella purezza dell’incondizionato ordine naturale, e si pongono nella linea di separazione tra il visibile e l’invisibile.

Lavora principalmente in pellicola in vari formati. Per il bianco e nero utilizza la camera oscura.
La matrice fotografica è alla base anche dei suoi lavori di Land Art,  installativi e performativi.

Collezioni fisse
Palazzo Collicola Arti Visive – Spoleto | Museo Provinciale MAM – Cosenza | MAAM – Roma | Casa degli Artisti – Furlo (PU).

Mostre luoghi istituzionali
Sala del Bramante – Roma |  Centre Culturel Saint Louis De France – Roma | Temple University – Roma |  MLAC Museo dell’Università La Sapienza – Roma |  Fabbrica Borroni – Milano | Fondazione Bevilacqua La Masa – Venezia | Complesso Monumentale del Belvedere di San Leucio – Caserta | Palazzo Collicola – Spoleto.

Ha partecipato in varie residenze tra cui BridgeArt in Sicilia, BocsArt Cosenza e NKDNordic Artists’ Centre Dale in Norvegia.

Dal 2014 al 2020, insieme ad un gruppo di artisti romani, fonda e gestisce Spazio Y, luogo espositivo sperimentale nel quartiere Quadraro a Roma. Germano Serafini Biografia Arti Visive

Nel 2018 inizia la collaborazione con l’artista Marco Victor Romano con il duo Romano|Serafini.

Germano Serafini Roma 1975 biografia